Passa ai contenuti principali

Mare, collina o montagna? 3 proposte per Pasquetta



Non so nel resto del mondo, ma in Italia c’è la tradizione della gita per giorno della Pasquetta. A seconda dei gusti, c’è chi passa la giornata immerso nella natura, chi preferisce dedicarsi a scampagnate culturali o ancora chi ama ritrovarsi con amici e parenti a casa di uno dei partecipanti alla gita a far bisboccia. Io sono fra quelli che predilige passare la giornata a contatto con la natura e, se siete come me, sono qui per proporvi tre possibilità: una al mare, una in collina e una in montagna.


A mare - Area Marina Protetta Torre Guaceto


 Una riserva naturale nel bel Salento attrezzata per visite guidate e non. La bellezza di questo posto consiste nella diversità e fragilità degli ecosistemi presenti in questa zona. Il mio consiglio è di fare una lunga passeggiata alla volta della torre Aragonese e, una volta arrivati, di salire sulla torre per godere dello splendido panorama.


















In collina - Riserva Naturale Regionale Orientata Bosco Pianelle




Questo bosco mi riporta sempre all’infanzia, perché era una meta gettonatissima per qualsiasi tipo di gita. La riserva fa parte del Comune di Martina Franca ed è perfetta per chi ama fare pic nic e passeggiate nei boschi. A tal proposito sono segnalati diversi percorsi da seguire divisi per lunghezza e difficoltà. Inoltre lungo i sentieri si incontrano spesso costruzioni tipicamente pugliesi per la conservazione della legna oppure che fungevano da abbeveratoi. Infatti in epoca feudale questa zona era utilizzata per la raccolta della legna e il pascolo degli animali. Oggi possiamo ancora trovarne le testimonianze.


In montagna – Parco Nazionale del Pollino



Ho già parlato di questo parco qui. Per me è una delle zone montane più facilmente raggiungibili in un giorno, perciò, va da sé che questa rientra tra le mie mete preferite.



E voi dove andrete per Pasquetta? Mare, collina o montagna?      

Commenti

  1. Spero al mare,tempo permettendo, visto che per il momento è così inclemente.Belle le destinazioni che hai proposto, degne mete per una giornata così importante. Ciao

    RispondiElimina

Posta un commento

Feel free to leave a comment!
I would be glad to know your opinion! ;)
Thank you! :)

Post popolari in questo blog

Impression de Sicile: Palerme

Versione italianaEnglish version
À différence de tous les autres voyages que j'ai fait, soigneusement pensés et organisés en avance, celui-là à Palerme a été tout à fait inattendu.  Bon, on m'a proposé d'y aller deux semaines avant du véritable départ, mais alors je ne savais pas encore si j'aurais pu y aller. La certitude est arrivée une semaine après, 7 jours avant de partir. Quelqu'un pourrait me dire: "Une semaine est plus que sufficent pour s'organiser". Sans doute. Mais une semaine n'a été pas assez pour me préparer à ce que j'aurais rencontré.

I palmenti di Pietragalla

English versionVersion française

“Toh, guarda che carine! Sembrano le case degli hobbit!” Ecco cosa ho pensato quando, percorrendo i tornanti della statale 169, siamo arrivati a Pietragalla e abbiamo visto sfilare davanti a noi delle piccole costruzioni che facevano pensare alla Contea uscita dalla penna di Tolkien. “Pa’, ferma la macchina!” Era impensabile lasciare quel posto senza scoprire di cosa si trattasse.
Scesi dall’auto ci siamo avventurati tra le casette per finalmente scoprire che si trattava di tutt’altro ed ecco che siamo venuti a conoscenza dell’esistenza dei palmenti.

Benvenuti all'Inferno!

Lasciate ogni speranza voi che entrate



Sabato 3 giugno ho avuto la fortuna di essere invitata dalla digital strategist delle  Grotte di Castellana ad assistere a Hell in the Cave. È uno spettacolo unico nel suo genere che ha come palcoscenico la grotta della Grave nel complesso carsico che ha reso famosa Castellana Grotte. Mette in scena l’Inferno di Dante. Sin dalla prima edizione sono stata incuriosita da questa attrazione, ma ancora non ero riuscita ad assistervi. Fino ad ora.