Passa ai contenuti principali

Gustare l'autunno: dove e quando

Arriva ottobre, l'autunno è cominciato.


Il verde lascia spazio al rosso, al giallo e al marrone, in un'immagine un po' malinconica.
È un periodo di cambiamento, verso la decadenza e il gelo dell'inverno. È il momento che racchiude il percorso naturale della vita, in cui si nasce, si cresce e infine ci si spegne.

Sarà tutto vero, ma quando arriva l'autunno io non riesco a farmi  prendere dalla malinconia, perché non lo riesco a vedere come la metafora della vita, ma come il portatore di prelibatezze quali zucca, funghi e castagne.



È una consuetudine per me vivere questo periodo a contatto con la natura, al riparo di un castagneto, analizzando i ricci caduti, o camminando con gli occhi incollati al terreno a caccia di funghi.
Quando si tratta di questi prodotti, però, non mi fermo qui. Se c'è una cosa che amo di questo periodo dell'anno sono le sagre. Sì, perché queste occasioni, oltre alla tipiche caldarroste, offrono diverse specialità a base di castagne e funghi accompagnate da del buon vino. Inoltre durante le fiere l'atmosfera di festa è palpabile e spesso sono un modo per recuperare aspetti culturali del posto che le ospita, come balli popolari, esibizioni che rimandano a un passato che ancora riusciamo a sentire come parte di noi stessi.

Eccone, quindi, alcune di quelle che hanno luogo in questo mese e all'inizio del prossimo, più o meno nei dintorni della mia zona.

Viggianello (PZ): dal 8/10 al 12/11 SAGRA DELLA CASTAGNA E DEI FUNGHI.
Un lungo omaggio a queste delizie autunnali a Viggianello, in Basilicata, nel Parco Nazionale del Pollino. Ogni fine settimana è dedicato a varie attività connesse con la sagra. Infatti, oltre ai mercatini, alle degustazioni e agli showcooking, è possibile effettuare visite guidate per i boschi alla ricerca di funghi e castagne, praticare attività fluviali come l'acqua trekking, fare escursioni a cavallo e cimentarsi col free climbing.

Putignano (BA): dal 14/10 al 16/10  SAGRA DEL FUNGO E DEI SAPORI DI BOSCO
Un'occasione per scoprire e gustare i piatti tipici della tradizione putignanese, un evento che ha per scopo la valorizzazione della cultura e del paesaggio boschivo del territorio.

Crispiano (TA): 15 - 16/10  SAGRA DEI FUNGHI E DELLA MUSICA POPOLARE
Cibo, musica e danze popolari. La serata promette bene! Anche qui le tipicità del luogo sono le protagoniste e quale modo migliore di fare la loro conoscenza se non a ritmo di quadriglia?

Melfi (PZ): 23 - 23/10  SAGRA DELLA VAROLA
Uno degli eventi cardine della cittadina federiciana, attesissimo sia dagli abitanti di Melfi che dai turisti. Una fiera che esalta la bontà del marroncino del Vulture (la castagna tipica del luogo), in cui il visitatore può deliziarsi con pietanze e bevande a base di questo frutto, approfittare del mercantino e visitare le bellezze di Melfi in un'atmosfera medievale.

Melendugno (LE): dal 28/10 al 30/10 FESTA DELLA CASTAGNA E DEL VINO SALENTINO
Accoppiata sempre vincente quella tra castagne e il buon vino del Salento. Provata una volta non la si scorda più. Se poi la gusta in un'atmosfera gioiosa, il risultato è perfetto!

Noci (BA): 5 - 6/11  BACCO NELLE GNOSTRE
Ormai questo evento è una certezza. Autunno = Bacco nelle Gnostre.
Ancora una volta i protagonisti sono le castagne e il vino, ma non solo. In questa occasione è possibile gustare i piatti della tradizione pugliese a base di legumi, carne, pasta fresca, funghi e la pasticceria frasca e secca, preparati a regola d'arte nel cuore del paese. A fare da sfondo concerti, spettacoli e balli popolari.

Insomma in autunno c'è di che divertirsi e di che leccarsi i baffi!

Non mi resta che augurare a tutti un buon autunno (gastronomico)!

Commenti

  1. interessantissimi questi eventi! parteciperei volentieri alla sagra delle castagne e del vino :D

    RispondiElimina

Posta un commento

Feel free to leave a comment!
I would be glad to know your opinion! ;)
Thank you! :)

Post popolari in questo blog

Impression de Sicile: Palerme

Versione italianaEnglish version
À différence de tous les autres voyages que j'ai fait, soigneusement pensés et organisés en avance, celui-là à Palerme a été tout à fait inattendu.  Bon, on m'a proposé d'y aller deux semaines avant du véritable départ, mais alors je ne savais pas encore si j'aurais pu y aller. La certitude est arrivée une semaine après, 7 jours avant de partir. Quelqu'un pourrait me dire: "Une semaine est plus que sufficent pour s'organiser". Sans doute. Mais une semaine n'a été pas assez pour me préparer à ce que j'aurais rencontré.

I palmenti di Pietragalla

English versionVersion française

“Toh, guarda che carine! Sembrano le case degli hobbit!” Ecco cosa ho pensato quando, percorrendo i tornanti della statale 169, siamo arrivati a Pietragalla e abbiamo visto sfilare davanti a noi delle piccole costruzioni che facevano pensare alla Contea uscita dalla penna di Tolkien. “Pa’, ferma la macchina!” Era impensabile lasciare quel posto senza scoprire di cosa si trattasse.
Scesi dall’auto ci siamo avventurati tra le casette per finalmente scoprire che si trattava di tutt’altro ed ecco che siamo venuti a conoscenza dell’esistenza dei palmenti.

Benvenuti all'Inferno!

Lasciate ogni speranza voi che entrate



Sabato 3 giugno ho avuto la fortuna di essere invitata dalla digital strategist delle  Grotte di Castellana ad assistere a Hell in the Cave. È uno spettacolo unico nel suo genere che ha come palcoscenico la grotta della Grave nel complesso carsico che ha reso famosa Castellana Grotte. Mette in scena l’Inferno di Dante. Sin dalla prima edizione sono stata incuriosita da questa attrazione, ma ancora non ero riuscita ad assistervi. Fino ad ora.